Home Page
Blitz nel Full Pipe
a cura di Nicola Zanella Condividi SurfNews
Casal Borsetti, 24 maggio ’09
La provincia di Ravenna è fin dai primi anni ’80 un hot-spot per lo skate-boarding italiano. Nel raggio di 50 km sono presenti almeno dodici skatepark, capaci di soddisfare le esigenze di street skater, ramp-rider e appassionati del cemento. Questa abbondanza di strutture non frena, però, la ricerca di ostacoli “naturali”, spesso ai limiti della legalità, portata avanti dagli skater più “maturi”. «Erano tre anni che io ed Emi vedevamo passare i pezzi di questo reattore sulla statale Romea, montati su enormi rimorchi e scortati dalle moto del trasporto eccezionale» racconta Mattia Capucci, 34 anni, skater ravennate della prima generazione ora impegnato nella costruzione di skate-park in cemento, «sono tubi enormi, perfettamente skateabili che dalle fabbriche del nord raggiungono il porto di Ravenna per essere imbarcati. Ieri, dopo l’ennesimo avvistamento, il blocco del traffico ha costretto un autista a passare il weekend in un parcheggio della statale… ed è scattato il blitz!». Il full pipe in questione è alto 4,5m ed è completamente di ferro. L’interno è rivestito in cemento, rigato verticalmente e chiuso da una calotta circolare. Una volta valutata la skateabilità della struttura sono bastati pochi minuti a Mattia per scaldare i muscoli e spingere la sua tavola oltre la saldatura che segna la verticale. «Le uniche manovre possibili, in un tubo di queste dimensioni, sono i carve» ha commentato ancora madido di sudore visti i 40C° all’interno «ma io non cerco nient’altro. È un feeling molto simile al surf che nessuno skatepark può imitare, erano anni che aspettavo questo tubo!»

Ricerca SurfNews
Pubblicazioni
Blitz nel Full Pipe

Casal Borsetti, 24 maggio ’09
La provincia di Ravenna è fin dai primi anni ’80 un ...
12
Scarica gratis Surfnews Magazine