Home Page
SurfNews 37
SULL'ACQUA E ALTRE RIFLESSIONI UMIDE
a cura di NIK ZANELLA Condividi SurfNews
Qual'è il punto zero del rapporto culturale uomo-acqua?

Il primo 'mediterraneo' a parlarne fu Talete di Mileto, circa seicento anni prima di Cristo. Mi sembra di vederlo camminare lungo le spiagge brulle della Grecia antica e scrutare le onde da sud frangere a riva, autori posteriori gli attribuiscono queste parole:

"L'acqua è il principio di tutte le cose; le piante e gli animali non sono altro che acqua condensata e acqua torneranno ad essere dopo la morte. Mare, dacci la tua azione eterna. Se tu non mandassi le nuvole, se tu non gonfiassi i ruscelli, se tu non guidassi i torrenti, se non portassi acqua ai grandi fiumi, che sarebbero i monti, che le pianure e il mondo? Sei tu che conservi la vita più florida. Simile all'acqua è l'anima dell'uomo. Viene dal cielo, risale al cielo, di nuovo scendere deve alla terra, in perpetua vicenda. Ma dolce amante dell'onda è il vento e talvolta dal fondo flutti spumanti suscita.

O anima dell'uomo come all'acqua somigli!

O destino dell'uomo come somigli al vento."

L'acqua per millenni ha fornito la materia a decine di miti, centinaia di culture e milioni di vite incluse le nostre. Specialmente per i popoli del Mediterraneo meridionale, costretti in territori prevalentemente aridi, l'acqua, indispensabile e benefica ha sempre generato stupore, miracolo e poesia. Volete altri altri esempi?

Nella lingua sumera 'A' significa acqua, ma anche 'nascita e creazione'. Per Greci e Latini, l'acqua simboleggia i misteri della vita. Nell'elemento liquido nascita, morte, passato, presente e futuro si intrecciano ed i suoi misteri spaventano persino gli dei. Per la religione ebraica, all'inizio della creazione lo spirito di Yahweh aleggia sulle 'acque' (non sulle terre), tutto l'antico testamento esalta l'acqua come una benedizione anche quando annienta o impaurisce. Il diluvio ed il passaggio attraverso il Mar Rosso rappresentano la sua forza distruttrice ma anche la rinascita dell'umanità. Entrare in acqua, nella religione cattolica, è simbolo di rigenerazione, di purificazione e salvezza (il battesimo non è forse un bagno?) e nel Corano si legge: 'Nessuno può rifiutare l'acqua in eccedenza senza peccare contro Allah e contro l'uomo'. L'acqua e il suo simbolismo sono presenti in tutte le descrizioni del 'paradiso', da Adamo ed Eva alle brochure di resort per surfisti ricchi alle Fiji.

Una conclusione?

Dall'inizio dei tempi e per sempre

Surf Priorità Assoluta.


Ricerca SurfNews
Articoli
SCOZIA

Vicino alla penisola di Wrath, nella Scozia del nord, si celano spiaggie ...
SARD TRECK

Giovedi 07 novembre

"Pat Towersey... Marcos Anastasio... but... ...
SUD AFRICA

Un lungo volo ci porta da londra a Johannesburg, dove atteriamo la mattina ...
SUGGESTIONI

Ci sono periodi in cui mi illudo che in Italia si possa fare surf' o meglio, ...
SURF ART

Nomi: Luca e Alberto De Gennaro.

Età: 23 e 17.

Occupazione: ...
SURF ART

Nome: SIDDARTA

Cognome: FEDELE

Vive a: MILANO

Età: ...
Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine