Home Page
SurfNews 88
LA LUCE DELLE GRANDI OCCASIONI
a cura di Nicola Zanella Condividi SurfNews
25 Aprile 2011. È l’alba in questo reef rossastro a mille chilometri dalla redazione. Emi, dopo una notte alla guida si gode un’ora di onde perfette. Tra di noi la chiamiamo “pozza redazionale” ed il fotografo, per ovvi motivi, ha sempre la precedenza: forse queste saranno le uniche onde che prenderà per tutto il giorno. Appena arrivano i locali, infatti, Emi esce dall’acqua e si piazza sulle rocce. Controluce vedo la sagoma bianca del 300/2.8 puntare dritto verso il line-up. Mi mette sicurezza. Angelo, Edo, Lillo e Marco iniziano a prendere bombe. Ad ogni set Emi si piega in avanti, quasi inchinandosi di fronte al corpo macchina: so quello che sta pensando. «Da questo angolo può saltar fuori una cover». E so anche che non lascerà quella striscia di sassi finchè ogni riflesso di questa mattina irripetibile non sarà fissato. Frequentiamo questa costa da ormai dieci anni e di onde come queste ce ne ha regalate altre. Ma la luce ed il periodo della mareggiata, oggi, sono quelli delle grandi occasioni, quelli che fanno la differenza tra una foto buona ed una magica. Magia è una parola che ricorre spesso sia nel surf che nell’arte della fotografia. E di sicuro c’è qualcosa di sacrale e assieme morboso nel mestiere del surf-photographer. Una professione, o forse una religione, che proprio per l’infinita mutevolezza del soggetto (il mare) inchioda i propri adepti alle tonalità del blu come fossero droga. E non importa a loro se la carriera che hanno scelto sia una delle più effimere nel traballante mercato dell’editoria. Dopo aver rincorso onde assieme a loro per quasi vent’anni ho capito che le ricompense di uno shooting, soprattutto in Mediterraneo, non sono misurabili in danaro ma in emozioni.

È per questo che nell’articolo principale dello speciale fotografico (il mare e il fuoco, a pag. 22), abbiamo scelto di emozionare senza rivelare. Perchè il vero “tesoro” di un surf-magazine sono i luoghi e non i posti, le persone e non i soggetti.

Un enorme grazie a Diego, Angelo, Federico, Fabio, W&B Emmanuel, Lillo, Edo, Pier Luca e tutti i locali di “laggiù” che hanno reso possibili (e sostenibili), queste foto e quella surfata.

Ricerca SurfNews
Articoli
IL MARE E IL FUOCO

Esiste un’aura di alchimia e mistero attorno ai surf-photographer. Si tratta ...
PHOTO SPECIAL 2011

Benvenuti nell’Olimpo della surf-photography, dove solo la luce circoscrive ...
THE CHOSEN

Nel corso degli ultimi anni, Nike ha focalizzato la propria attenzione ...
Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine