Home Page
SurfNews 55
L'UNICA PAROLA
a cura di Nik Zanella Condividi SurfNews
Se me l'avessero detto all'alba della mia vita da surfista mi sarei messo a ridere, ma sono fiero di essere un surfista italiano e di parlare a nome di un surfmagazine indipendente e gratuito.

'Ciò che non uccide, rinforza dicono'. Di sicuro gli ultimi anni hanno fatto di tutto per mettere il surf alla prova, in Italia come all'estero, e non parlo solo degli attentati e delle calamità naturali che ci hanno visto 'nell'occhio del ciclone'. Mi riferisco al contino svilimento dell'immagine surf portata avanti dai media grandi e piccoli, surf e non-surf in Italia ed all'estero, tutti furiosamente impegnati a vendere quello che non siamo. Mi spiego meglio.

Parole come tribù, nicchia, gruppo, target rimbalzano dalle pagine di Vogue (che dedica ampio spazio alla North Shore nella sua ultima uscita) ai più dimenticati siti internet con una facilità estrema. La tendenza è quella a frammentare, dividere e sottolineare differenze. Surfisti contro non surfisti, street-style o surf-style, pro o contro le gare, long o short, old school o new school, Europa o America, federazione si, federazione no, locali o anti-locali, chi più ne ha più ne metta. Pare che per sopravvivere nella 'chiacchiera surf' (quella italiana in particolare) serva essere in contrapposizione a qualcosa o qualcuno. Ma è veramente questo lo scopo di un media?!

Chi tratta in economia sa bene che quella di creare un bisogno ed una nicchia comportamentale che lo giustifichi è una tecnica antica come il danaro. E' vero che, dal punto di vista del marketing, questa tendenza a 'dividere e vendere' ha spinto il surf più in alto nell'economia globale (sono varie le surf-brand quotate in borsa e circa 90 le testate a livello mondiale), è anche vero che i suoi effetti più tangibili e fastidiosi sono proprio a carico di chi vive l'esperienza di cavalcare onde su base quotidiana. Chiunque abbia frequentato gli spot della penisola con assiduità, o provato a vivere di solo surf sa a cosa mi riferisco. Essere un surfista in Italia non è facile, vivere di solo surf ancora meno quindi troviamo inutile e nocivo, come media, proseguire lungo la strada masochista della frammentazione.

Così, iniziando questa dodicesima stagione di onde ed articoli ci sembra doveroso, come redazione, ricordare alcune cose sul giornaletto che tenete in mano. SurfNews non è un magazine di nicchia, non è fatto per giovani o per vecchi surfisti, per locali o per principianti, per esperti o per neofiti e tantomeno rappresenta la costa est o quella ovest della penisola. SurfNews non è ne contro ne a favore delle gare e neppure favorisce nessuna brand tra le tante (direi quasi tutte) che ci supportano. Queste divisioni e questi interessi attraversano il mondo surf con la stessa velocità con cui passa acqua tra le pinne della tavola e noi ce ne vogliamo tenere fuori.

Il nostro scopo, in questo dodicesimo anno di lavoro sarà di parlare di ciò che condividiamo, non di ciò che ci separa. Ed è per questo che l'unica parola in cui ci specchiamo qui in redazione è quella che unisce proprio tutti dal basso: surfisti. SurfNews è una rivista che parla di surf, fatta da surfisti, per surfisti. Aggiungere altro può solo limitarne il fascino e nuocere alla scena. Buon '06 a tutti.

Ricerca SurfNews
Articoli
AL MAGHEREB


Dio, Nazione e Re. Le tre parole sono disposte a triangolo e la prima ...
IL GIORNODI MARSIGLIA

Tutti conoscono la costa del Mediterraneo francese e gli affascinanti paesini ...
SCIVOLANDO IN LIBERIA

Con il sorgere del sole le nuvole cominciano ad accendersi, portando con ...
STRANE STAGIONI

VERSO CASA

Imponenti blocchi di granito di Gallura sfilano accanto ...
ARTICO

In piedi, sul bordo dell'oceano, credo di essere nel giusto quando propongo ...
Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine