Home Page
UN ONDA CON DAVIDE PECCHI

a cura di NICOLA ZANELLA Condividi SurfNews

ANNI: 33

STANCE: Regular

HOMESPOT: Maremma

MUSICA: Jazz

SPOT PREFERITO: Broken Head

SPONSOR: Rrd


«Da ragazzino avevo sempre le scatole girate, solo il mare riusciva a tenermi calmo. Tanti della mia generazione sono arrivati al surf così, fuggendo delle turbe giovanili. Se hai la fortuna di nascere sulla costa e avere gli amici giusti, prima o poi ti ci butti tra le onde. E se ti piace ci spendi tutta la vita!»

_David Pecchi

INIZI

Sono cresciuto di fronte al cantiere velico Donnini, a Castiglione della Pescaia, tra barche a vela e prototipi di ogni tipo. Il windsurf catturò subito la mia immaginazione. Roberto Ricci era il mio punto di riferimento. Era un atleta di caratura mondiale e la sua shaping room, proprio qui in Maremma, era una finestra sul mondo. Poi vidi le prime foto di surf da onda su Windsurf Italia e ho capito che era possibile. I primi anni furono i più belli, l'era dei drittoni con qualsiasi cosa galleggiasse, gli anni in cui avevamo solo la videocassetta di Big Wednesday! No wax, no surf-shop, no giornali ma tanta passione!

MANIA DELLE TAVOLE

I miei più grandi amici sono shaper, è stato inevitabile! La prima l'ho comprata da un pescatore che l'aveva trovata sugli scogli. Era una Point Brazil senza tail e senza pinne. Me la diede in cambio di un polpo di 3kg che avevo pescato. Poi Claudio Piu e Corrado Ciottoli fecero una replica di una Mark Richards twin-keel (metà anni '80) comprata dal mitico Carlo Zeppilli. Alla pima onda surfata 'mano in parete', il cervello se ne andò! Oggi ho circa 30 tavole. Perchè ogni suono ha il suo strumento, ogni onda la sua carena.

LONG VS SHORT

Il mio primo viaggio fu in Indo e portai solo tavole corte. A Lombok mi sfracellai sul corallo per un late take-off, e li ho capito che non erano condizioni per il mio livello. Per un po' di anni optai per fondali sabbiosi e tavole un pò più lunghe. Il longboard, lo incontrai solo a fine millennio. Vidi The Seedling (Thomas Campbell '99) con Tudor e tutto il movimento retrò. Quel film cambiò il mio modo di concepire le tavole e le onde.

NUOVE TECNOLOGIE

Dopo anni di tavole pesanti ora mi sto godendo la leggerezza della tecnologia RRD. Sono tavole molto 'fisiche' e sensibili ma anche permissive e semplici da interpretare. Con onde potenti mi piace sperimentare materiali iperleggeri, prototipi senza pinne, kneeboard e quant'altro. E non ho nessun pregiudizio verso lo stand-up anzi, ora esco anche con la piatta o con onde minuscole! Sono sicuro che spopolerà anche in Italia e sarà come il fish negli anni '90: un punto di contatto tra varie discipline.

LUOGHI-PERSONE

Il viaggio per noi mediterranei è un momento di prova, parte importante della nostra formazione di surfisti. Entriamo in acqua all'alba e ci stiamo fino alla morte, per mesi consecutivi. Lo spot che mi ha influenzato di più è Broken Head, in Australia. Tutta le strade che sto percorrendo, in fatto di tavole e stili, passano da li. Se devo fare dei nomi voglio che siano Roberto Ricci, Antonio 'Giorda' Giordano, Milko Carducci e lo shaper-visionario Derek Hynd, che mi ha molto ispirato negli ultimi anni. Roberto in particolare mi ha visto moccioso e mi ha insegnato tantissimo, ho avuto vari sponsor ma lui fa tavole di ogni tipo, non gadget, e per questo merita tantissimo rispetto!

Ricerca SurfNews
Articoli
WAR SERENDIPITY

PACE IRRALE E SERENITA' FITTIZIA OLTRE LA LINEA DI SICUREZZA IN SRI LANKA ...
UN ONDA CON DAVIDE PECCHI

ANNI: 33

STANCE: Regular

HOMESPOT: Maremma

MUSICA: ...
SULLA SABBIA

DIFESA DELLA COSTA, ONDE ED EROSIONE

Un'inchiesta sulla surfabilità ...
THE PRESENT

Il rapporto tra surfisti, media e tecnologia è in rapida evoluzione. ...
INTERVISTA A THOMAS CAMPBELL

Thomas Campbell non è solo un regista. È un esponente dei ...
LE ONDE NEGATE

UNA RICOGNIZIONE NELLA COSTA MILITARIZZATA DEL SAHARA OCCIDENTALE

Sull'atlante ...
EUGENIO BARCELLONI

Nonostante sia uno dei pochi rider italiani effettivamente inseriti nel ...
GALAPAGOS

Culla della teoria dell'evoluzione della specie e paradiso di biodiversità, ...
Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine