Home Page
QUIKSILVER BOWLRIDERS 2008

a cura di SurfNews Condividi SurfNews

Il trionfo dei danesi.


Manovre vecchie e nuove, transizioni di ogni forma e tipo, ma soprattutto tanto skateboarding nella sua forma più pura. Tutto questo è il Quiksilver Bowlrider che ogni anno, dal 1999, seleziona i migliori specialisti tramite un circuito che tocca tutte le nazioni (la selezione italiana si è tenuta nella pool di Brescia) e termina con la finale di Malmö. Non a caso la scelta degli organizzatori è caduta, negli ultimi tre anni, sul sud della Svezia.



La skate-area di Malmö è così grande da rendere necessari due megaschermi per consentire alle migliaia di spettatori di seguire gli atleti nelle varie strutture del ciclopico park. Solo uno skatepark completo come questo, con ostacoli di street, vert e pool, può mettere in luce, senza timore di errori, il livello dei partecipanti. La gara è divisa in due categorie 'Pros' e 'Masters'. Quest'ultima è rappresentata da quegli skater (di solito sopra i 35) che negli anni '80 hanno fatto la storia dello sport, letteralmente inventando lo stile pool-riding. Nonostante la presenza delle nuove leve, sono proprio 'vecchioni' come Hosoi, Ventura, Chris Miller, Nghoo, Reese Simpson, Ben Shroeder e Nicky Guerrero ad emozionare maggiormente il pubblico durante queste manifestazioni. Vederli skateare è come rivivere la storia dello sport dal periodo 'romantico' degli Alva Boys (fine '70 metà '80) fino alle tendenze più tecniche ed attuali. Nella categoria 'pro' è stato Rune Glifberg a dominare per la seconda volta la competizione aggiudicandosi il ricco montepremi (9000 euro ed una moto Suzuki) mentre il giovanissmo americano Aaron Homoki (appena 18 anni) si e' preso il secondo posto davanti a Benji Galloway. Rune, il vincitore, è una costante dello skateboarding mondiale dagli anni '80 e ha impressionato i giudici con il suo stile controllato e iperconsistente. Due manovre in particolare hanno convinto la giuria ad attribuirgli la vittoria: un enorme backside disaster sull'altissimo wallride e un cab heelflip to backside tailslide che ha fatto letteralmente impazzire gli spettatori, incluso il sindaco della città che anche quest'anno ha tenuto a battesimo l'evento. Anche nella categoria Masters è stata la Danimarca a dominare con Nicky Guerrero (quarto nella scorsa edizione) che si è imposto sul favorito Chris Miller grazie ad un mix di old e new school tricks. Nella sua run Nicky ha dimostrato uno stile molto bilanciato e maturo, affiancando i vecchi 'inverts' (una variante di hand-plant) a modernissimi kick-flip Madonna ed altre manovre tecniche. Decisamente toccanti le parole del vincitore durante la premiazione. Rune ha infatti dedicato al suo idolo di infanzia Nicky Guerrero la sua vittoria. «Sei stato la mia principale fonte di ispirazione e sono contento di aver vinto qui in Svezia, proprio assieme a te!» sono state le sue parole al momento della premiazione. Tra la semifinale e la finale si è svolta una free-session nella backyard pool, dove anche gli skater esclusi dalla competizione hanno potuto mettersi in mostra, motivati dai premi in danaro lanciati sulle transizioni da Dave Duncan, speaker ufficiale dell'evento. Pur non conquistando il podio gli skater italiani hanno animato la gara. Daniel Cardone (vincitore dell'edizione 2006) ha catalizzato l'attenzione dei fotografi. Le riviste di settore vanno pazze per i contortissimi crail-slide e per gli altissimi air dello skater romagnolo. Non a caso la maggior parte delle lenti erano puntate proprio su di lui durante la free-session.



CLASSIFICA PRO

1. Rune Glifberger (DK)

2. Aaron Homoki (USA)

3. Benji Galloway (USA)

4. Andy Scott (UK)

5. Ross McGouran (UK)

6. Mathias Nylen (SWE)



CLASSIFICA MASTERS

1. Nicky Guerrero (DK)

2. Chris Miller (USA)

3. Pat Ngoho (USA)



Ricerca SurfNews
Articoli
UN'ONDA CON GABRIELE SCARDOVI


ANNI: 29

STANCE: Regular

HOMESPOT: Ravenna, Lidi ...
QUIKSILVER BOWLRIDERS 2008

Il trionfo dei danesi.


Manovre vecchie e nuove, transizioni ...
GENERAZIONE NIAS


Un viaggio ricognizione attraverso trent'anni di perfezione e isolamento.
...
A COME BREZZA


Non sempre l'alta pressione è sinonimo di astinenza.

Ciclicità, ...
ABOUT SUMBA

Un viaggio nel cuore animista dell'Indonesia.



«Ombak ...
ONDE SU TELA

Il mondo di Pablo Ugartetxea tra luce mediterranea,
surf-art californiana ...
ISLANDA



Geiser attivi, paesaggi mozzafiato ed onde perfette che frangono ...
CINQUANTA ANNI DI SUNDEK



1958 2008

«La cosa più preziosa che abbiamo ...
Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine