Home Page
DANIMARCA

a cura di Michael Kew Condividi SurfNews

Il surf, le onde, gli amori.

Il cuore battagliero della Danimarca giace sornione sotto immacolati campi verdi. Le placide fattorie disseminate lungo la costa ed i loro mulini a vento sembrano aver per sempre dimenticato il passato turbolento di queste zone. Oltre le linde casette a schiera di Copenhagen, oltre i pulitissimi allevamenti di pecore e le piste ciclabili, esiste però una Danimarca oceanica che del periodo vichingo ha conservato, se non altro, l'attaccamento al mare. Al ritorno da una fallimentare spedizione in Islanda Meridionale, abbiamo deciso di dare un'occhiata ad una delle coste più insolite e settentrionali d'Europa.

Formaggio di capra, salame affumicato e vino Merlot: a giudicare dal cibo 'montanaro' in vendita nei negozi non sembrerebbe proprio di essere in una località marinara. Eppure, spostandoci da Aalborg a Klitmøller, sulla costa occidentale, il paesaggio si addolcisce e gli insediamenti umani presto sfumano in dune, brughiera bassa e lunghe spiagge che solo i turisti del nord sanno apprezzare. Asbjørn, il campione di surf Danese, si muove sicuro in questo ambiente di confine fatto di terra faticosamente strappata al mare. 'Nessuno può sentirsi insicuro in Danimarca' ci spiega il nostro amico, 'lo stato garantisce una vita dignitosa per tutti. Tra sussidio di disoccupazione ed assistenza medica, per diventare barbone devi proprio volerlo! Molti dicono che uno stato assistenziale come il nostro rende i cittadini pigri. Per noi surfisti questa è una situazione ideale, visto che possiamo fare lavoretti ben pagati, surfare e viaggiare senza troppe preoccupazioni'. Viaggi a parte, il surf in Danimarca è anche fatto di una piacevole quotidianità che, grazie all'altissimo tenore di vita, ha creato una scena surf condivisa da migliaia di persone e con una ventina di anni di storia. Le prime tavole da surf arrivarono nei primi anni ottanta, quando alcuni windsurfisti iniziarono a sfruttare i frequenti giorni estivi di onde senza vento. Oggi è frequentato soprattutto il tratto di costa che va da Hvide Sande e Klitmøller. La Danimarca non è certo famosa per le sue onde, in compenso è uno di quei paesi in cui la qualità della vita è proverbiale. 'beers are cold and women are hot!' sorride Mikkel Spellerberg mentre lavora per allestire uno dei rari surf contest danesi. Siamo a Bunkers, nei pressi Klitmøller, uno degli spot più frequentati nella zona. Quello stesso pomeriggio, davanti a una freschissima Økologisk Thy Pilsners, nella casa sulla spiaggia di Mikkel, faccio due chiacchere con altri locali, Asbjørn di Copenhagen ed il suo amico Keld di Fyn. 'In Danimarca non abbiamo le onde migliori del mondo ma di sicuro abbiamo donne bellissime!' racconta Asbjørn. 'La scena di qui, per lo meno nell'area di Copenhagen, vede una ricca presenza di stranieri, e la maggior parte sono qui perché si sono fidanzati con ragazze danesi. In acqua trovi surfisti di colore, ispanici, italiani, tutti qui per via delle donne!' Le donne vichinghe sono alte, indipendenti, intelligenti, stilose e sensuali. 'Ogni tanto ti ritrovi in acqua una folla di una ventina di persone, poi ti accorgi che la metà arrivano da paesi come Ecuador, Carabi, Nuova Zelanda, Australia. Di positivo c'è che abbiamo molti contatti in giro per il mondo, e quando viaggiamo veniamo spesso accolti da vecchi amici!' Un'altra birra e Asbjørn si trasferisce nella sauna, mentre Keld, Steve e io torniamo alla spiaggia per dare un'occhiata al mare, il sole già tramonta. Guardiamo le onde dal cemento consumato dei bunker costruiti dai soldati tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Il mare è cupo e le onde sono i rimasugli, disturbati dalla marea, delle belle onde che hanno accompagnato l'evento della mattina. Osservo Keld mentre parla in piedi davanti a un muro coperto di graffiti, la sua espressione è rilassata e trasmette tutta l'intensità dei freddissimi giorni di inverno di cui mi sta raccontando. Le grosse swell invernali dell'Atlantico corrono verso sud-est, oltre la Norvegia per arrivare fino a qui ed esplodere in perfetti beachbreak tubanti. Le condizioni migliori si verificano quando una grossa perturbazione si posiziona a nord-ovest tra la Norvegia e la Scozia, producendo lunghe mareggiate di un paio di metri che possono accompagnarsi a buone condizioni di vento. 'In estate, la luce dà molta energia, il sole tramonta alle undici di sera e sorge alla tre. Quando però arriva l'inverno, nonostante sia buio per la maggior parte del tempo, è meglio mettere da parte le tavole da onde piccole'' I sogni che mi hanno accompagnato lungo le due notti spese in Danimarca sono ancora con me al risveglio. Le bandiere scoppiettano nel vento e le sventagliate di sabbia feriscono gli occhi. Il cielo è blu ma il vento è troppo anche per il windsurf! Nonostante i miei ultimi viaggi siano stati in Groellandia, Canada ed Alaska, non riesco proprio ad abituarmi alla vista di un mare completamente sommerso dalla schiuma. Senza un'attrezzatura adeguata la spiaggia è un luogo che solo i vichinghi possono apprezzare. Anche in settembre servono maglioni, occhiali e wind-breaker per controllare le onde mentre per surfarle è indispensabile una muta di 4.3mm! La surfata nella spiaggia di Løkken comincia sotto cattivi auspici ma si rivela più divertente del previsto. Infagottato nel neoprene da testa a piedi impiego tantissimo a raggiungere il liune-up viste le centinaia di schiume che mi frangono in testa. La secca esterna mi intrattiene per circa un'ora poi ci dirigiamo verso un ristorantino a scaldarci con pane imburrato, dove celebriamo la surfata e la nostra partenza per gli States con salatissima aringa ed un forte liquore vichingo chiamato akvavit.


Ricerca SurfNews
Articoli
LA PRIMA VOLTA DI PEPPINO

Un gelataio italiano, trent'anni di onde ed un enorme sogno

Newquay, ...
DANIMARCA

Il surf, le onde, gli amori.

Il cuore battagliero della Danimarca ...
ALLA CORTE DI RE MAESTRALE

Nascita, dominio e bizzarrie di un regno fatto d'aria.

Iracondo, ...
L'ORO DI VANCOUVER

Una terapia del gelo per Timmy Turner.

Dustin Humphrey non poteva ...
IL SETTIMO SENSO

Onde e miraggi nel deserto dell'Oman.

Lascio che l'aria salmastra ...
PHOTO SPECIAL 2007

Scatti liminali.

Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine