Home Page
GIANPIERO MADDI

a cura di Nicola Zanella Condividi SurfNews

NOME: Gianpiero Maddi

ETA': 31

NICKNAME: Gianpy

STANCE: Goofie

HOME SPOT: XXX

SPOT PREFERITI IN ITALIA: Sa Mesa, (Oristano)

SPOT PREFERITI ALL'ESTERO: G. Land, Mundaka, Pavones, J. Bay

MUSICA: Rock, Elettronica, Jazz, Rap.

Raccontaci dei tuoi inizi. Cosa spinge uno 'scugnizzo' di Napoli ad avvicinarsi alle onde? Quali sono stati gli spot in cui hai iniziato?

Gli inizi risalgono a quando avevo 6 o 7 anni e provavo questa attrazione irresistibile per le onde. Ricordo che d'estate aspettavo con ansia le mareggiate per poter surfare col materassino o col gommoncino a remi. Poi durante una vacanza in Brasile all'età di 12 anni i miei commisero il grosso sbaglio di regalarmi un body-board. E da quel momento è stato un continuo evolversi. Dal body sono passato al windsurf e dopo un po' ho scoperto la magia del surf puro. A spingermi è stata solo la mia passione per le onde perché, per i primi anni, non avevo nessuno con cui dividere il surf. Un grande aiuto me lo ha dato mia madre che ha sponsorizzato i miei primi viaggi all'estero dove ho avuto l'opportunità di surfare onde eccezionali. Ed è stato proprio durante un inverno trascorso a Maui (Hawaii) che ho capito che il surf sarebbe stata la mia vita per gli anni a seguire. Lo spot dove poi sono 'cresciuto' in Italia e dove continuo ancora oggi a surfare è Sant'Agostino anche se frequento anche qualche altro gioiellino meridionale.

So che G-Land è una delle tue onde preferite e tu sei uno dei pochi italiani ad avere surfato questa pericolosa e bellissima sinistra. Raccontaci in cosa consiste la sua magia?

G-land è sicuramente una delle migliori onde del pianeta e la sua magia sta nel fatto che se ne sai approfittare ti può regalare dei tubi indimenticabili. E' un onda molto intensa già dal drop e richiede molta determinazione in ogni momento della surfata. Una piccola indecisione può portare serie conseguenze!

So che hai una sincera passione per le onde grosse. Come si impara a non averne paura? Come ti prepari psicologicamente prima di entrare in acqua a Jardim Do Mar (Madera) o a G-Land?

E chi ti ha detto che non ho paura?! Altrimenti che sfizio ci sarebbe?! La mia passione per queste onde viene dal fatto che per me il surf è anche un modo per mettermi alla prova. Vedi, sin dagli inizi mi è sempre piaciuto trovarmi in situazioni fuori dalla mia portata, rischiare, poi col tempo ho imparato a cavarmela. Droppare un onda grande o intubarmi mi da una scarica d'adrenalina che nessun altra cosa è riuscita mai a darmi ed è proprio questo che mi aiuta a spingere i miei limiti. Prima di entrare in acqua a Jardim (Isola di Madera) non ero assolutamente preparato a nulla di quello che mi attendeva. E' stato su questa destra, che ora non esiste quasi più, che ho capito cosa sono davvero le onde grosse. Avevo paura ed allo stesso tempo ero attratto da quella situazione. Oggi, però, prima di entrare in acqua con onde sopra i 3m, mi concentro per raggiungere uno stato di tranquillità con me stesso, perché là fuori, prima ancora delle onde devi affrontare le tue paure!

Parlaci del tuo quiver. Hai una tavola 'magica'?

Ultimamente cambio tavole molto spesso per capire a cosa portano delle modifiche anche minime. Penso sia importante avere un buon dialogo con il proprio shaper e tenerlo al corrente delle proprie impressioni sulle tavole. Al momento ho due 6.1 due 6.2 due 6.4 due 6.6 una 6.10 una 7.2 ed una 7.11. Anzi aiutatemi a venderle perché non entrano più in garage! Per le onde grandi è importante avere una tavola che ti aiuti nel drop ma che non crei impaccio durante la surfata. La tavola magica è una tavola che ti impressiona già dalla prima onda che surfi. Quando entro in acqua con una tavola nuova già so dalle prime pagaiate se è una tavola che mi piacerà oppure no. La mia ultima tavola magica è stata una 6.4 che mi ha abbandonato a Desert Point (Lombok, Indonesia) quest'estate: si è trasformata in due piccole 3.2!

Sei locale in alcuni spot Campani. Che rapporto hai con 'quei' posti? State tenendo ancora una politica di chiusura verso l'esterno?
Bè vedi non è esatto definirmi un locale di 'quei posti', non solo perché vicino a Napoli non ci sono spot di qualità, ma anche perché vivo gli spot in maniera molto diversa da come ci si potrebbe aspettare da un 'local'. Per me esistono luoghi magici dove quando entri in acqua non vorresti essere in nessun altro posto al mondo in quel momento. Poter dividere queste emozioni con pochi amici è diventato un privilegio per pochi negli ultimi anni. In generale, quando viaggio, ho un gran rispetto della gente che incontro e di conseguenza pretendo lo stesso da chi viene nei luoghi a cui sono più legato. La mia politica è sempre stata quella della riservatezza ed è l'unica arma che uso per preservare 'quei posti'.

Come si è evoluta negli ultimi anni la scena surf napoletana-campana? Il surf ha attecchito anche lontano dalle grandi città (Napoli e Salerno) o è rimasto un fenomeno di moda più o meno urbana?

La scena campana non si è evoluta granchè! Un'eccezione la fa Salerno che è l'unica città nella regione ad avere degli spot a portata di mano e che oggi conta un bel po' di surfisti. Ma direi che nella nostra regione, come del resto in tutto il sud, il surf non è ancora diffuso come nel resto d'Italia, con tutti i pro e i contro del caso. Io comunque ho imparato ad essere soul ed a surfare anche senza una scena attorno.
Per il futuro continuerò ad andare in giro per il mondo a caccia di mareggiate. Quest'inverno sarò probabilmente in Marocco e Canarie.


Ricerca SurfNews
Articoli
RAPA NUI


Violentemente Pura

Haka honu è il termine utilizzato ...
REINVENTARE LE PINNE

Come vi sentireste se vi dicessimo che le pinne che state usando sono preistoria? ...
TRA STRETTI E PUNTE

6-7 OTTOBRE '05. FARO ITA 39.

Angelo e Nico, i nostri 'angeli custodi' ...
ALESSANDRO PONZANELLI

NOME: Alessandro Ponzanelli

NICKNAME: Ponza

NATO A: Pietrasanta ...
HOSTAL PAR SIEMPRE

Braci fumanti, vetri rotti tra le assi carbonizzate e le lattine fuse. ...
GIANPIERO MADDI

NOME: Gianpiero Maddi

ETA': 31

NICKNAME: Gianpy

STANCE: ...
SURF LESSON

Backside air 360° no grab

IN CATTEDRA: Nicola Bresciani

HOME ...
Archivio magazine »
Scarica gratis Surfnews Magazine